INFORMAZIONI:

LA DOTT.SSA RITA MANZO E' PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA SISTEMICO-RELAZIONALE
SI RICEVE TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 8:30 ALLE 20:30 PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 3333072104.

SEDI: 1)VIALE EUGENIO DELLA VALLE N19, SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
2)VIA GUGLIELMO MARCONI N.30, CALVI RISORTA (CE)

SERVIZI OFFERTI: PSICOTERAPIA INDIVIDUALE, DI COPPIA E FAMILIARE, CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO. CLICCA QUI PER VEDERE LE AREE D'INTERVENTO



giovedì 26 settembre 2013

PSICOPATOFOBIA - PAURA DI IMPAZZIRE

Uno dei peggiori sintomi delle crisi d’ansia e degli attacchi di panico è la paura di impazzire o di perdere il controllo, di contrarre una grave malattia mentale, vi è il timore che il cervello non funzioni più correttamente. Talvolta le persone con una crisi d’ansia possono sentirsi come se fossero sul punto di perdere la testa. Tutto ciò può essere incredibilmente debilitante, il soggetto è portato a pensare che gli stia accadendo qualcosa di terribile, o di poter perdere il controllo e commettere qualcosa di grave, irreversibile, mettendo a repentaglio la sua vita o quella di altre persone. 
Il non sentire più di avere il controllo di mente e corpo, il forte senso di irrealtà, la sensazione di estraneità dal corpo e da ciò che lo circonda, il vedere offuscato, le palpitazioni, i brividi, sono tutti sintomi dell’ansia che possono stordire a tal punto da far credere al soggetto di non essere in grado di riprendere il controllo della situazione e di stare quindi impazzendo. Ma tutto ciò è solo un brutto scherzo dell’ansia e in nessun caso questa paura indica che la persona stia realmente impazzendo. Tali sensazioni  spaventano in maniera eccessiva  le persone che le esperiscono, ma sapere che si tratta di ansia e nient’altro, per quanto spaventosa possa essere, può essere di grande aiuto a chi ne soffre. Le persone non "diventano pazze" improvvisamente e il solo fatto di analizzare la propria sanità mentale è già un indice di normalità. Questa fobia è di per sé paradossale, dato che nelle gravi malattie mentali temute, quali ad esempio le psicosi, uno dei sintomi principali è proprio la mancanza di insight, cioè di consapevolezza della malattia. Gli psicotici non hanno potere sui loro episodi psicotici che possono durare per giorni o addirittura settimane, periodo durante il quale non vi è la percezione di perdita del controllo. Così, anche se l'ansia può far sentire la persona “come se” stesse impazzendo, resta comunque una sensazione che non ha nulla a che vedere con un vero episodio psicotico. 
A volte la paura di impazzire è momentanea, ma ci sono casi in cui diventa quasi un’ossessione. Solitamente le persone mettono in atto dei meccanismi per cercare di ridurre il problema come ad esempio l’evitamento di tutte le situazioni ad “alto rischio” di panico, ciò però può produrre una riduzione progressiva delle normali attività nel quotidiano, iniziando da quelle che comportano l’esposizione diretta con i luoghi o le situazioni potenzialmente pericolosi, fino ad arrivare, nei casi più gravi, a periodi più o meno lunghi di vero e proprio ritiro sociale e isolamento da qualunque contatto interpersonale. Questi meccanismi non permettono alla persona che manifesta tale problematica di viversi la vita serenamente. Uno dei rimedi più efficaci per superare la paura di impazzire è cercare di parlare e condividere questo stato d’animo, le sensazioni che si provano e i sintomi. Per essere supportati nel modo migliore sarebbe utile cercare aiuto rivolgendosi ad uno psicologo specializzato in psicoterapia.
                                                Dott.ssa Rita Manzo

8 commenti:

  1. Buongiorno.. io ieri sera ho avuto un attacco forte di panico (credo ) ho la sensazione di non riuscire a pensare cosa può esserci domani.. ed oggi sono ancora in questa situazione ho paura a guidare non ho molta forza e continuo a chiedermi se rimarrò cosi o se tornerò come prima

    RispondiElimina
  2. Salve io vorrei dire una cosa chi ha di questi problemi... Io ho avuto problemi d'ansia in passato ma senza psicofarmaci ma solo con l'aiuto degli amici e avvolte psicologi e con tanta forza ne ero uscito alla grande è importante parlare del problema con altri. Il solo parlarne e già una soluzione per risolverlo
    Ad oggi ho dinuovo un po d'ansia per delle situazioni spiacevoli che sono successe mia sto ri superando più infretta di prima.. Avvolte a paura di impazzire prende il sopravvento allora voi parlatene distraetevi se una persona qualificata vi dice che state bene può essere un aiuto... Tranquilli non c'è sempre bisogno dei farmaci il parlare è la base di ogni cosa

    RispondiElimina
  3. Ciao la stessa cosa mi capita anche a me ho 23 anni e la prima volta mi è capitato in terza media mentre stavo nel letto per dormire pensavo alla giornata di domani,di colpo mi è venuta una sensazione di terrore, panico totale il cuore a mille, mi sono alzato dal letto e sono corso in bagno mi sono guardato allo specchio e non mi rassicurava niente nemmeno se pensavo di dirlo ai miei, poi mi veniva da piangere e mi è venuta come una sensazione di depersonalizzazione. Poi tornai a letto e per calmarmi ho pensato dicendo che esponevo tutto ad uno psicologo mi davano qualche psicofarmaco e passava tuttotutto. Però non l ho mai fatto perhé mi era passato, ma nelle vacanze natalizie del primo superiore mi è venuto di nuovo ma questa volta è durata molto di più e lo stesso non ho fatto niente, però sentivo che questa volta era ancora più forte e non c'era nulla da farefare, ma mi è passata non so come. Adesso sono circa 1 settimana che è iniziato di nuovo e non so più cosa fare ho una grandissima confusione in testa... La notte soprattutto dormo male ho paura mi passa per una mezz'ora ma poi mi ritiene di nuovo... Cosa posso fare? Cè una soluzione?

    RispondiElimina
  4. Mi sono "ammalata" 4 mesi fa...Dolori al petto come se dovesse venirmi un infarto improvviso...mancanza d'aria e paura di impazzire. ..mesi tremendi in cui grazie alla psicoterapia ho sconfitto gli attacchi di panico se pur l'ansia é rimasta ed anche il timore di impazzire ma ho compreso che ci vuole tanta forza di volontá nel capire che é solo uno stato mentale dal quale si esce...coraggio ed ottimismo...inpariamo ad amarci e rispettare noi stessi...solo cosí l'ansia può per qualche verso diventarci amica...

    RispondiElimina
  5. In questi casi ci sono dei farmaci da prendere? O meglio risolvere il tutto con la forza di volontà?

    RispondiElimina
  6. Salve a tutti mi chiamo andrea e ho 23 anni...
    Una persona normale fino a poco tempo fa... Sono due mesi che mia zia e andata via... Da lì in poi boom...
    Ansia attacchi di panico e nervosi.. estraneità da tutti... Ansioso per tutti i giorni e per tutto il giorno... Chiedo aiuto a chiunque possa darmi una mano.. Ho il bisogno di ritrovare me stesso...
    Porgo distinti saluti, Andrea..

    RispondiElimina
  7. soffro di ansia e panico (soprattutto agarofobia) da anni....i farmaci su di me fanno poco....vivo tra alti e bassi ....la cosa che pero' mi scatena il panico sono i problemi quotidiani della vita....ho un figlio adolescente che mi fa impazzire e tutto questo non aiuta....sto facendo psicoterapia con una bravissima psicologa che mi capisce...ma se non ci si mette anche del nostro si vive veramente male.....

    RispondiElimina
  8. Buongiorno...io ho sofferto di attacchi di panico che mi sembrava di morire...per fortuna ne sono uscita..invece da un po' di tempo a questa parte mi sento proprio come nell'articolo...ho paura di essere pazza, bipolare, di perdere il controllo e far del male a qualcuno.. è davvero terribile tutto questo mi porta a stare malissimo..vorrei risolvere questo problema..

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento!