INFORMAZIONI:

LA DOTT.SSA RITA MANZO E' PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA SISTEMICO-RELAZIONALE
SI RICEVE TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 8:30 ALLE 20:30 PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 3333072104.

SEDI: 1)VIALE EUGENIO DELLA VALLE N19, SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
2)VIA GUGLIELMO MARCONI N.30, CALVI RISORTA (CE)

SERVIZI OFFERTI: PSICOTERAPIA INDIVIDUALE, DI COPPIA E FAMILIARE, CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO. CLICCA QUI PER VEDERE LE AREE D'INTERVENTO



venerdì 29 luglio 2016

IL DISAGIO PSICOLOGICO NELLA MENOPAUSA E LA GESTIONE DEI SINTOMI


CHE COS’E’ LA MENOPAUSA
La menopausa è una fase naturale del ciclo di vita biologico della donna che avviene mediamente tra i 45 e i 55 anni e si riferisce alla fine dell’attività ovarica: le ovaie della donna iniziano a produrre meno estrogeni e progesterone e cessano la maturazione e il rilascio di ovuli. Da ciò ne consegue la perdita del ciclo mestruale e della possibilità di concepire per il resto della vita. Durante la menopausa il corpo della donna subisce molti cambiamenti fisici e psicologici.

Sintomi fisici della menopausa: calo del livello di estrogeni con conseguente riduzione del flusso mestruale e vampate di calore, sudorazione notturna, battito cardiaco irregolare, insonnia, mal di testa, perdita di urina, secchezza vaginale, infezioni, rapporti sessuali dolorosi, dolori articolari, rilassamento dei tessuti, in molti casi aumento di peso.

Sintomi psicologici della menopausa: sensazione di sentirsi costantemente in uno stato di sindrome premestruale, sbalzi d’umore, irritabilità, sentimenti di tristezza, aggressività,
mancanza di motivazione, difficoltà di concentrazione, tensione, facile affaticamento, instabilità emotiva, calo del desiderio sessuale, diminuzione dell’autostima, dimenticanze, stati d’ansia o di depressione. Spesso i sintomi dell’ansia peggiorano con la menopausa a causa di una maggiore sensibilità ai sintomi. A loro volta però, i sintomi della menopausa, come le sudorazioni notturne e le vampate di calore, possono influenzare negativamente l’umore.
Di solito i sintomi della menopausa tendono ad attenuarsi nel giro di un anno, permettendo alla donna di trovare naturalmente un nuovo equilibrio.

REAZIONI ALLA MENOPAUSA 

La menopausa rappresenta nell’immaginario femminile non solo la fine del periodo fertile ma la fine della giovinezza stessa. 
Il modo in cui una donna reagisce alla menopausa dipende da molti fattori:
-se ha avuto una menopausa naturale o chirurgica
-la sua età 
-la sua salute fisica
-la sua salute mentale: se ha sofferto di disturbi d’ansia o depressione in passato
-percezione di sé e del proprio corpo: se non si ha un buon rapporto con il proprio corpo la menopausa sarà vissuta ancora più drasticamente minando l’autostima della donna 
-attribuzione di significato ai sintomi
-il contesto sociale in cui vive
-il livello di soddisfazione raggiunto nella sua vita: ad esempio una donna realizzata professionalmente tende a vivere con maggiore serenità la menopausa
-la sua fase di vita. La menopausa sopraggiunge in genere in un periodo della vita di grandi cambiamenti familiari: senescenza, malattia e morte dei genitori, distacco anche dai figli che crescono, diventano indipendenti e hanno sempre meno bisogno dell’accudimento materno; tutto ciò porta ad avere tanto tempo in più a disposizione, che viene spesso vissuto come tempo vuoto, difficile da gestire, soprattutto in coppia, perché non si era più abituati a stare da soli.

COME AFFRONTARE SERENAMENTE LA MENOPAUSA


Ogni donna affronta la menopausa a modo suo, ci sono donne che vivono questo periodo con la massima serenità, sfruttando in positivo tutto ciò che essa comporta, ad esempio un aumento del tempo libero, ma ci sono anche donne che vivono i sintomi della menopausa con grande malessere. Tali sintomi possono essere gestiti dalla donna apportando dei cambiamenti nello stile di vita, introducendo degli accorgimenti che possono aiutare a risolvere il disagio psicologico legato alla menopausa. Vi propongo qui di seguito alcuni suggerimenti:
-prendere del tempo per sé stesse in modo da avere l’energia emotiva per fare altre cose
-impegnarsi in attività creative che favoriscano un senso di realizzazione, 
-riscoprire vecchi hobby 
-individuare attività  che hanno il potere di ricaricarvi e farle spesso: guardare un film, fare un bagno rilassante, la manicure, una passeggiata al parco con un’amica, ascoltare musica, leggere un libro, ecc. …
-è fondamentale non isolarsi, rimanere in contatto con la famiglia e gli amici 
-ritrovare momenti di intimità,  confidenza e di dialogo nella coppia
-coltivare nuove e vecchie amicizie
-mangiare sano e fare esercizio fisico regolare: sono da preferire passeggiate veloci all’aria aperta o in bicicletta, ma vanno bene anche tapis roulant e cyclette; l’esercizio fisico migliora non soltanto la salute fisica, ma anche l’umore
-mantenere la memoria allenata attraverso la lettura, l’enigmistica, lo studio, senza dare troppo peso ai vuoti di memoria possibili in questa fase di vita
-evitare tranquillanti e alcol
-fare dei riposini di qualità: la stanchezza può rendere più inclini all’ansia e all’umore depresso
-imparare a praticare tecniche di rilassamento come lo yoga o la meditazione per ridurre l’impatto dello stress nella vita e favorire un clima sereno
-tenere un diario per scoprire l’andamento dei sintomi, per capire quale sintomo va attribuito alla menopausa e quale invece va attribuito all’ansia e/o alla depressione.

QUANDO CHIEDERE UN AIUTO PSICOLOGICO

Per le donne la menopausa è una fase di vita assolutamente naturale, i cui sintomi tendono a stabilizzarsi nel tempo. Tuttavia non tutte le donne riescono a viverla con serenità e talvolta si trasforma in un periodo estremamente doloroso. Vediamo insieme quali sono le situazioni in cui è utile richiedere una consulenza psicologica che aiuti a ritrovare un nuovo equilibrio.
Quando è necessario chiedere aiuto ad una psicologa?
-quando si avvertono sintomi depressivi che perdurano per più di due settimane o sono così intensi da non sentirsi in grado di farvi fronte
-quando si fa fatica ad accettare i cambiamenti ormonali, fisici, psichici, familiari e relazionali che avvengono in questa fase
-quando si è sopraffatti dalla tristezza e dai rimpianti di una vita passata non appagante 
-quando si ha la necessità di ritrovare un nuovo equilibrio.


Dott.ssa Rita Manzo 
Psicologa, Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale 
Santa Maria Capua Vetere (CE) – Calvi Risorta (CE) – Napoli (NA)
3333072104

Ti potrebbero interessare anche i seguenti argomenti:
DEPRESSIONE:SEGNI, SINTOMI, CAUSE, FORME, CURA
INVECCHIAMENTO E DEPRESSIONE

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!